Comunità Italiana Freiburg |

Messa in diretta streaming

VI domenica di Pasqua - A

Lodi e Messa VI domenica di Pasqua (17.05.2020)


Lodi Mattutine

O Dio, vieni a salvarmi
R. Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.

Canto: Sfolgora il sole di Pasqua (Francesco Buttazzo)

Sfolgora il sole di Pasqua,
Risuona il cielo di canti,
Esulta di gioia la terra:
Il Signore è risorto da morte.
Dagli abissi del nulla
Cristo Gesù, il Signore,
Vittorioso ritorna
Con i santi padri di un tempo.

Alleluia! Alleluia!
Alleluia! Alleluia!

O Gesù, re immortale,
Unisci alla tua vittoria
Anche noi, tuoi discepoli,
Nel battesimo un giorno rinati.
Irradia sulla tua Chiesa,
Pegno d’amore e di pace,
La luce della tua Pasqua,
La certezza d’averti fra noi.

Alleluia! Alleluia!
Alleluia! Alleluia

1 ant. Questo è il grande giorno, il giorno del Signore, alleluia.

SALMO 117 Canto di gioia e di vittoria

Celebrate il Signore, perché è buono; *
eterna è la sua misericordia.
Dica Israele che egli è buono: *
eterna è la sua misericordia.
Lo dica la casa di Aronne: *
eterna è la sua misericordia.
Lo dica chi teme Dio: *
eterna è la sua misericordia.
Nell’angoscia ho gridato al Signore, *
mi ha risposto, il Signore, e mi ha tratto in salvo.
Il Signore è con me, non ho timore; *
che cosa può farmi l’uomo?
Il Signore è con me, è mio aiuto, *
sfiderò i miei nemici.
È meglio rifugiarsi nel Signore *
che confidare nell’uomo.
È meglio rifugiarsi nel Signore *
che confidare nei potenti.
Tutti i popoli mi hanno circondato, *
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
Mi hanno circondato, mi hanno accerchiato, *
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
Mi hanno circondato come api, †
come fuoco che divampa tra le spine, *
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
Mi avevano spinto con forza per farmi cadere, *
ma il Signore è stato mio aiuto.
Mia forza e mio canto è il Signore, *
egli è stato la mia salvezza.
Grida di giubilo e di vittoria, *
nelle tende dei giusti:
la destra del Signore ha fatto meraviglie, †
la destra del Signore si è alzata, *
la destra del Signore ha fatto meraviglie.
Non morirò, resterò in vita *
e annunzierò le opere del Signore.
Il Signore mi ha provato duramente, *
ma non mi ha consegnato alla morte.
Apritemi le porte della giustizia: *
entrerò a rendere grazie al Signore.
È questa la porta del Signore, *
per essa entrano i giusti.
Ti rendo grazie, perché mi hai esaudito, *
perché sei stato la mia salvezza.
La pietra scartata dai costruttori *
è divenuta testata d’angolo;
ecco l’opera del Signore: *
una meraviglia ai nostri occhi.
Questo è il giorno fatto dal Signore: *
rallegriamoci ed esultiamo in esso.
Dona, Signore, la tua salvezza, *
dona, Signore, la tua vittoria!
Benedetto colui che viene nel nome del Signore. *
Vi benediciamo dalla casa del Signore;
Dio, il Signore, è nostra luce. †
Ordinate il corteo con rami frondosi *
fino ai lati dell’altare.
Sei tu il mio Dio e ti rendo grazie, *
sei il mio Dio e ti esalto.
Celebrate il Signore, perché è buono: *
eterna è la sua misericordia.

1 ant. Questo è il grande giorno, il giorno del Signore, alleluia.

2 ant. Benedetto sei tu, Signore, nell’alto dei cieli: a te la lode e la gloria nei secoli, alleluia.

CANTICO Dn 3, 52-57 Ogni creatura lodi il Signore

Benedetto sei tu, Signore, Dio dei padri nostri, *
degno di lode e di gloria nei secoli.
Benedetto il tuo nome glorioso e santo, *
degno di lode e di gloria nei secoli.
Benedetto sei tu nel tuo tempio santo glorioso, *
degno di lode e di gloria nei secoli.
Benedetto sei tu sul trono del tuo regno, *
degno di lode e di gloria nei secoli.
Benedetto sei tu che penetri con lo sguardo gli abissi †
e siedi sui cherubini, *
degno di lode e di gloria nei secoli.
Benedetto sei tu nel firmamento del cielo, *
degno di lode e di gloria nei secoli.
Benedite, opere tutte del Signore, il Signore, *
lodatelo ed esaltatelo nei secoli.

ant. Benedetto sei tu, Signore, nell’alto dei cieli: a te la lode e la gloria nei secoli, alleluia.

 Canto dell’Agnello 

ALLELUIA, ALLELUIA, ALLELUIA, ALLELUIA.
RIT.ALLELUIA, ALLELUIA, ALLELUIA, ALLELUIA.

Celebrerò il Signore, perché è buono;
Perché eterna è la sua misericordia;
Mia forza e mio canto è il Signore,
Egli è stato la mia salvezza. RIT.

Questo è il giorno che ha fatto il Signore:
Rallegriamoci ed esultiamo.
Dona, Signore, la tua salvezza,
Dona, Signore, la tua vittoria. RIT.

Salveyza, gloria e potenza sono del nostro Dio;
Veri e giusti sono i suoi giudizi.
Lodate il nostro Dio, voi tutti suoi servi,
Voi che lo temete, piccoli e grandi. RIT.

Ha preso possesso del suo regno il Signore,
Il nostro Dio l’Onnipotente.
Rallegriamoci ed esultiamo, rendiamo a lui gloria.
Sono giunte le nozze dell’Agnello,
La sua sposa è pronta. RIT.

Sia gloria al Padre, sia gloria al Figlio
E allo Spirito Santo,
Com’era nel principio, ora e sempre
E nei secoli dei secoli. Amen.

LETTURA BREVE
Il Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe, il Dio dei nostri padri ha glorificato il suo servo Gesù, che voi avete consegnato e rinnegato di fronte a Pilato, mentre egli aveva deciso di liberarlo (Es 3, 6. 15; Is 53, 11); voi invece avete rinnegato il Santo e il Giusto, avete chiesto che vi fosse graziato un assassino e avete ucciso l’autore della vita. Ma Dio l’ha risuscitato dai morti e di questo noi siamo testimoni.

RESPONSORIO BREVE
I discepoli videro il Signore, * alleluia, alleluia.
I discepoli videro il Signore, alleluia, alleluia.
E furono pieni di gioia.
Alleluia, alleluia.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
I discepoli videro il Signore, alleluia, alleluia.
Ant. al Ben: Voi conoscete lo Spirito Santo perché dimora presso di voi ed è in voi, alleluia..
3) Benedictus Dominus Deus Quia visitavit Et redemit Populum suum (Taize)

INVOCAZIONI
Rivolgiamo la comune preghiera a Dio Padre onnipotente, che ha risuscitato il Cristo, costituendolo capo e salvatore nostro:
Risplenda su di noi la gloria del Cristo.
O Padre santo, che hai innalzato il tuo Figlio dalla morte alla gloria,
– fa’ che passiamo dalle tenebre del peccato alla tua ammirabile luce.
Ci hai salvati mediante la fede,
– fa’ che viviamo in modo coerente il nostro battesimo.
Ci inviti a guardare in alto dove Cristo siede alla tua destra,
– aiutaci a vincere le suggestioni del male.
La nostra vita sia nascosta in Cristo,
– e risplenda al mondo come annunzio dei cieli nuovi e della terra nuova.
Padre nostro.

ORAZIONE
Dio onnipotente, fa’ che viviamo con rinnovato impegno questi giorni di letizia in onore del Cristo risorto, per testimoniare nelle opere il memoriale della Pasqua che celebriamo nella fede. Per il nostro Signore.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen


S. Messa

1) Canto di ingresso:  An’im Zemirot

“Canterò dolci canzoni”- è un poema liturgico ebraico cantato in sinagoga alla fine dello Shabbat e dei servizi festivi mattutini.

Traduzione: “Dolci canti e poesie io intesso, perché l’anima mia anela a Te. La anima mia desidera l’ombra della Tua mano, per conoscere tutti i Tuoi segreti. Ogni volta che parlo della Tua gloria, il mio cuore desidera ardentemente il Tuo amore (…)”

2) Gloria (coro Spinetta Marengo, Alessandria)

3) Prima Lettura (Laura Verdolin)
Dagli Atti degli Apostoli (At 8,5-8.14-17)

In quei giorni, Filippo, sceso in una città della Samarìa, predicava loro il Cristo. E le folle, unanimi, prestavano attenzione alle parole di Filippo, sentendolo parlare e vedendo i segni che egli compiva. Infatti da molti indemoniati uscivano spiriti impuri, emettendo alte grida, e molti paralitici e storpi furono guariti. E vi fu grande gioia in quella città. Frattanto gli apostoli, a Gerusalemme, seppero che la Samarìa aveva accolto la parola di Dio e inviarono a loro Pietro e Giovanni. Essi scesero e pregarono per loro perché ricevessero lo Spirito Santo; non era infatti ancora disceso sopra nessuno di loro, ma erano stati soltanto battezzati nel nome del Signore Gesù. Allora imponevano loro le mani e quelli ricevevano lo Spirito Santo. Parola di Dio

4) Salmo Responsoriale (Gigino D’Andrea, Alessandria)
Dal Sal 65 (66)

Acclamate Dio, voi tutti della terra,
cantate la gloria del suo nome,
dategli gloria con la lode. Rit.

Dite a Dio: «Terribili sono le tue opere!
A te si prostri tutta la terra,
a te canti inni, canti al tuo nome».

Venite e vedete le opere di Dio,
terribile nel suo agire sugli uomini.
Egli cambiò il mare in terraferma; passarono a piedi il fiume:
per questo in lui esultiamo di gioia.
Con la sua forza domina in eterno.

Venite, ascoltate, voi tutti che temete Dio,
e narrerò quanto per me ha fatto.
Sia benedetto Dio,
che non ha respinto la mia preghiera,
non mi ha negato la sua misericordia.

5) Seconda Lettura (Maria Antonietta, Freiburg)
Dalla prima lettera di san Pietro apostolo (1Pt 3,15-18)

Carissimi, adorate il Signore, Cristo, nei vostri cuori, pronti sempre a rispondere a chiunque vi domandi ragione della speranza che è in voi. Tuttavia questo sia fatto con dolcezza e rispetto, con una retta coscienza, perché, nel momento stesso in cui si parla male di voi, rimangano svergognati quelli che malignano sulla vostra buona condotta in Cristo. Se questa infatti è la volontà di Dio, è meglio soffrire operando il bene che facendo il male, perché anche Cristo è morto una volta per sempre per i peccati, giusto per gli ingiusti, per ricondurvi a Dio; messo a morte nel corpo, ma reso vivo nello spirito. Parola di Dio

6) Acclamazione al Vangelo (coro Freiburg)

Alleluia, alleluia.
Se uno mi ama, osserverà la mia parola, dice il Signore,
e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui. (Gv 14,23)
Alleluia.

Vangelo
Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 14,15-21)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre, lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete perché egli rimane presso di voi e sarà in voi. Non vi lascerò orfani: verrò da voi. Ancora un poco e il mondo non mi vedrà più; voi invece mi vedrete, perché io vivo e voi vivrete. In quel giorno voi saprete che io sono nel Padre mio e voi in me e io in voi. Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui». Parola del Signore

Di tutto restano tre cose:
la certezza che stiamo sempre iniziando,
la certezza che abbiamo bisogno di continuare,
la certezza che saremo interrotti prima di finire.
Pertanto, dobbiamo fare:
dell’interruzione, un nuovo cammino,
della caduta, un passo di danza,
della paura, una scala,
del sogno, un ponte,
del bisogno, un incontro.

(Dal romanzo O encontro marcado, del brasiliano Fernando Sabino)

7) Silenzio strumentale chitarra

Professione di fede
Io credo in Dio, Padre Onnipotente, Creatore del Cielo e della Terra; e in Gesù Cristo, Suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi, il terzo giorno risuscitò da morte; salì al Cielo, siede alla destra di Dio Padre Onnipotente; di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa Universale, la comunione dei Santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen

Preghiera dei Fedeli

  1. Signore, fa’ che la nostra Chiesa con il sostegno dello Spirito Santo, ci aiuti a cogliere il senso profondo delle cose di Dio e gustare con gioia il valore delle parole di Gesù, noi ti preghiamo
  2. Signore, fa’ che comprendiamo che il Consolatore che ci hai mandato è un grande dono da custodire con cura. E’ sempre accanto a noi per guidarci e sostenerci quando le difficoltà mettono a dura prova il nostro coraggio, noi ti preghiamo
  3. Signore il tuo Spirito è memoria e ci ricorda ciò che Gesù ha compiuto. Come Lui insegnaci a donare con generosità, a giudicare con benevolenza, a riconciliarci con chi ci ha fatto del male e metti nel nostro cuore la sua pace, noi ti preghiamo
  4. (Raffaella e Mariano, Roma) Signore fa che i componenti delle nostre famiglie, pur vivendo tante difficoltà, possano sperimentare e costruire legami d’ amore fondati sulla GRATUITA’ e sul DONO reciproco, come tu c’ insegni. Per questo Ti preghiamo
  5. Laura Verdolini, Gruppo trekking) Grazie Signore per la nostra Elena, ha portato la bellezza nei nostri cuori e non la dimenticheremo. Grazie per averci permesso di condividere, per un tratto di strada, la dolcezza e il calore del suo cuore.

Affidiamo a te la nostra cara Elena, ti preghiamo che tu possa tenerla stretta a te nel tuo abbraccio d’amore, e che tu possa permetterci di sentirla ancora camminare accanto a noi, passo dopo passo sui sentieri della vita, in uno scambio di affetto che continua tra la terra e il cielo

O Padre, il Tuo Spirito ci aiuti a trasmettere la Tua Parola nel contesto attuale in continua trasformazione, dia vigore alla nostra Fede e trasparenza alla nostra testimonianza perché anche gli uomini di oggi possano vedere che il mondo annunciato dal Tuo Vangelo è l’orizzonte più  valido alle loro attese e alle loro speranze. Te lo chiediamo attraverso Cristo nostro Signore.

8) Offertorio (Benedetto nei secoli/ Zambuto)

Benedetto sei Tu, Dio dell’universo
dalla tua bontà abbiamo ricevuto questo pane
frutto della terra e del nostro lavoro
lo presentiamo a Te, perché diventi per noi
cibo di vita eterna

Benedetto sei Tu, Dio dell’universo:
dalla tua bontà abbiamo ricevuto questo vino
frutto della vite e del nostro lavoro
lo presentiamo a Te, perché diventi per noi
bevanda di salvezza.

Benedetto sei Tu Signor
Benedetto sei Tu Signor

E’ frutto della terra
E’ frutto della terra e del lavoro umano
il pane che ti offriamo Signore del creato
Benedetto sei tu o Dio
che ne fai per noi il pane della vita.
Benedetto nei secoli il Signore!

E’ frutto della vite e del lavoro umano
il vino che ti offriamo Signore del creato.
Benedetto sei tu o Dio
che ne fai per noi bevanda di salvezza.
Benedetto nei secoli il Signore!

9) Santo Messicano (coro AltreNote)

10) Shalom (coro freiburg)

11) Preghiera alla comunione

Signore,
Tu non ci chiedi di amarti solo a parole.
Tu non ti accontenti delle nostre adesioni, del nostro consenso.

Per te l’amore è qualcosa di concreto, di reale,
si mostra con i fatti, nelle scelte di ogni giorno.

Anche e soprattutto quando non è facile seguire la tua strada,
compiere la volontà del Padre.

Mandaci lo Spirito e rinnova la nostra comunità
Perché solo con il suo aiuto
saprà testimoniare ad ogni uomo
la verità che salva.

Signore Gesù
Aiutaci ad accogliere la tua Parola
Anche quando si rivela esigente.
Donaci la forza ed il coraggio
Di farla diventare realtà
Nella nostra vita.

E quando ci troviamo nella prova
Donaci la saggezza di scegliere
ciò che conta veramente.

Il tuo Spirito ci ricordi sempre le tue parole
Perché possiamo affrontare
Con serenità  le paure e le difficoltà del nostro vivere. AMEN

12) Canto di comunione: Ashira la Adonai (coro Altre Note)

Testo che si ispira al canto di Myriam dopo il passaggio del Mar Rosso (Es 15,1-2)
«Voglio cantare in onore del Signore: perché ha mirabilmente trionfato, ha gettato in mare cavallo e cavaliere. 2 Mia forza e mio canto è il Signore, egli mi ha salvato. È il mio Dio e lo voglio lodare, è il Dio di mio padre e lo voglio esaltare!»

13) Canto finale: Benedici il Signore (coro Freiburg)