Comunità Italiana Freiburg |

Psiche

La dimensione psicologica del Natale

La rinascita

di ANTONELLA RITACCO*

Prova a contarle. Le cellule del tuo corpo si rinnovano costantemente, i tuoi pensieri si ristrutturano in base alle esperienze che fai, la vita stessa e lo stesso alternarsi delle stagioni, la ciclicità dell’anno liturgico, il Natale che arriva, sono tutte occasioni per fare spazio, far nascere in sé nuovi propositi e per ripartorirsi.

Al mondo si nasce una sola volta, ma come persone si è chiamate a ripartorirsi da se stessi più volte nella vita.

In famiglia

Una prima occasione è quando nell’adolescenza si pongono le distanze dal modo di pensare dei genitori, se ne contrastano le regole per scoprire i propri limiti e le proprie peculiarità. Quindi non per gusto di allontanarsi e di ribellarsi, ma per il bisogno di individuarsi e di capire chi si è.

Anche nell’età adulta ci si ripartorisce. È l’avvio di un processo che si chiama “rigenitorializzazione dei genitori”. Proprio perché l’obiettivo dello sviluppo sano della persona è quello di divenire se stessi, occorre essere in grado di indicare agli altri in che modo possono meglio interagire con la persona che si è diventati. È un processo che può risultare a volte scomodo, ma è l’unico possibile per trovare nuovi equilibri, ridefinire i nuovi ruoli, una nuova gestione dei confini e cominciare a trattarsi da adulti. Figli lo si è ancora, ma figli adulti.

Come persone

Una volta adulti non ci può mai dire effettivamente arrivati. Pertanto il noto motto “sono fatto così” è un modo di dire che ha solo parzialmente riscontro nella realtà. Ci sono aspetti del carattere della persona che sono stabili, e che occorre imparare ad accettare, altri invece che derivano dalle abitudini, dall’educazione e dalle influenze culturali, su questi si può invece lavorare per lo sviluppo psicoaffettivo, cognitivo e spirituale della persona e della coppia. Si tratta di un processo che dura tutta la vita e che ogni volta crea un rinnovamento interiore. Inoltre ci si pone dei propositi, ed alcuni momenti dell’anno come ad esempio l’arrivo dell’anno nuovo o delle date di compleanno importanti, sono occasioni in cui si possono più facilmente prendere nuove decisioni sulla persona che fattivamente si vuole e può essere.

Nella coppia

Anche nella coppia in ogni fase ciclica della vita della famiglia ci si sintonizza su nuovi bisogni e consapevolezze. L’esperienza, le condivisioni, le sfide che si incontrano e le nuove e inaspettate decisioni, sono sempre occasioni per scoprirsi nuovi e diversi, come persone e come partner. Essere fidanzati è diverso che essere sposati o divenire genitori. Ogni passaggio è accompagnato da un’assunzione di ruoli che crea nell’intimo della persona una percezione nuova di sé.

Nella società

Anche come epoche storiche si attraversano fasi di declino, periodi depressivi. Quando finalmente giunge la ripresa, essa viene denominata “rinascita”. A questa rinascita collaborano in tanti, tutti quelli che nonostante la crisi, non si sono demoralizzati e si sono dati tanto da fare. Che hanno continuato a credere nel cambiamento. Senza questa visione lungimirante, il processo rischia di interrompersi.

La vita è sempre in evoluzione. Già presso i greci era chiaro che esiste un dinamismo attraverso il quale tutto si trasforma, e che alcune cose sono “in potenza” e premono dentro la persona per divenire “atto”, cioè per manifestarsi. A livello interiore questo si rende possibile quando le strutture psicoemotive maturano di pari passo con le situazioni contingenti che la vita stessa predispone.

In questo senso possiamo intendere la rinascita interiore che la persona vive, come un esercizio di fedeltà al processo di sviluppo che è insito nella persona. I blocchi arrivano allorquando si cerca di prolungare nel tempo una modalità che appartiene ed era utile alla fase precedente e che non risulta più adattiva ed in linea con il presente.

Pertanto, che sia in occasione del prossimo Natale, o del nuovo anno, o di un vostro compleanno o anniversario, di cuore buoni propositi. Anche piccoli, purché misurati sul prossimo passo possibile.

Auguri!

*Psicoterapeuta. Per approfondire o saperne di più, scrivi a: antonellaritacco@gmail.com