Messa a Freiburg (Domenica Pasqua B)Domenica di Paqua / B

31.03.24 | ore 11.00
Messa in diretta streaming da Herz-Jesu-Kloster in Freiburg (Germania)



Preghiera dei fedeli

 

  1. Signore, Figlio della Luce, tu hai vinto le tenebre, hai vinto la morte. Fa’ che la tua Chiesa segua questa Luce e possa far brillare la gioia di Cristo risorto fra tutta la gente, noi ti preghiamo
  2. Signore, Pasqua non è una storia del passato ma si compie ogni giorno nella nostra vita. Aiutaci a realizzarla ogni volta che vinciamo la morte della menzogna,  del rancore,  dell’indifferenza per arrivare alla verità, alla riconciliazione, alla condivisione, noi ti preghiamo
  3. Dio nostro Padre, tutti noi siamo nella gioia perché sappiamo che Gesù risorto è qui con noi e ci porta la Pace vera e la speranza. Fa’ che tutte le famiglie delle  nostre comunità strette attorno ai nostri sacerdoti, siano attente alle sue parole, ne seguano l’esempio e facciano gesti di vera carità e solidarietà, noi ti preghiamo
  4. Per tutti gli ammalati, perché non perdano la fiducia e la speranza e sentano la presenza di Gesù risorto e vivo, che è vicino a loro, li consola e vuole la loro guarigione e la loro salvezza, preghiamo
  5. Con le parole di papa Francesco ti preghiamo: Gesù glorioso, fa’ cessare ogni guerra, ogni ostilità… le parti in causa non usino la forza per seminare morte ma abbiano l’audacia di negoziare la pace, da troppo tempo attesa! Ti supplichiamo per quanti soffrono le conseguenze dei conflitti…Per tutti i popoli della Terra ti preghiamo Signore: tu che hai vinto la morte, donaci la tua vita, donaci la tua pace! Noi ti preghiamo

 


Preghiera per la comunione spirituale

Gesù, Signor mio e Dio mio,
io credo che tu sei veramente presente nel santissimo Sacramento,
che dall’altare guardi i tuoi figli
Poiché tu mi ami così come sono e sai quanto desidero incontrarti,
vieni nel mio cuore e io ti custodirò.
Resta in me, perché io ti amo, io spero in te,
il tuo silenzio trasformi la mia anima. Amen

(Renza Resca)


Preghiera dopo la comunione

All’alba di quel primo giorno,
inizio non solo della settimana,
ma di un’epoca nuova,
le donne si recano al tuo sepolcro, Gesù,
per compiere un gesto di affetto,
per ungere il tuo corpo con oli profumati.

Il loro amore per te le spinge
a trattare il tuo corpo con cura,
ma è a un morto che pensano,
a una persona ormai senza vita.

Ecco perché la loro sorpresa
e la paura che provano perché avvertono
che qualcosa di grande è accaduto.

Sì, Gesù, tu sei vivo:
la morte non ha potuto
tenerti a lungo nelle sue mani.

E ora tu dai appuntamento ai tuoi
in quella Galilea dove tutto è cominciato.

Nel cuore della storia, su una terra
bagnata di sangue e di sudore,
lì tu sei pronto ad incontrare i discepoli.

Signore Gesù, crocifisso e risorto,
apri i nostri occhi e accendi il nostro cuore,
solo così potremo riconoscerti presente e vivo,
lungo le strade percorse dall’umanità.

(Roberto Laurita)