Comunità Italiana Freiburg |

Messa live

XII domenica del Tempo ordinario A

Messa XII tempo ordinario (21.06.2020)

Messa italiana da Herz-Jesu-Kloster in Freiburg (DE)

1.Canto iniziale: Beatitudini

Beati beati i poveri perché di essi è il Regno
Beati beati gli afflitti perché saranno consolati

Chi vuole seguir la mia strada rinneghi sé stesso e mi segua
Accolga ogni giorno la croce che è seme e redime ogni uomo

Beati beati i vinti, erediteranno la terra
Beato chi ha fame della giustizia perché sarà certo saziato

Il grido del povero sale al Padre che vede ogni cosa,
Il Suo orecchio ascolta, ricorda il dolore del misero

Beati i misericordiosi perché troveranno il perdono
Beato ogni uomo dal cuore puro perché vedrà il suo Signore

Beato chi porta la pace sarà vero figlio di Dio
Vi lascio la pace del cuore che dona la luce di gioia

Beati i perseguitati a causa della mia giustizia,
Gioisca e esulti chi spera in Me perché canterà la nostra gioia.

Prima Lettura

Ha liberato la vita del povero dalle mani dei malfattori.Dal libro del profeta Geremìa
​Ger 20,10-13

Sentivo la calunnia di molti:
«Terrore all’intorno! Denunciatelo! Sì, lo denunceremo».
Tutti i miei amici aspettavano la mia caduta: «Forse si lascerà trarre in inganno, così noi prevarremo su di lui,
ci prenderemo la nostra vendetta».
Ma il Signore è al mio fianco come un prode valoroso, per questo i miei persecutori vacilleranno e non potranno prevalere; arrossiranno perché non avranno successo,
sarà una vergogna eterna e incancellabile.
Signore degli eserciti, che provi il giusto, che vedi il cuore e la mente, possa io vedere la tua vendetta su di loro, poiché a te ho affidato la mia causa!
Cantate inni al Signore, lodate il Signore, perché ha liberato la vita del povero dalle mani dei malfattori.

Parola di Dio.

Salmo Responsoriale
Dal Sal 68 (69)

R. Nella tua grande bontà rispondimi, o Dio.Per te io sopporto l’insulto
e la vergogna mi copre la faccia;
sono diventato un estraneo ai miei fratelli,
uno straniero per i figli di mia madre.
Perché mi divora lo zelo per la tua casa,
gli insulti di chi ti insulta ricadono su di me. R.

Ma io rivolgo a te la mia preghiera,
Signore, nel tempo della benevolenza.
O Dio, nella tua grande bontà, rispondimi,
nella fedeltà della tua salvezza.
Rispondimi, Signore, perché buono è il tuo amore;
volgiti a me nella tua grande tenerezza. R.

Vedano i poveri e si rallegrino;
voi che cercate Dio, fatevi coraggio,
perché il Signore ascolta i miseri
non disprezza i suoi che sono prigionieri.
A lui cantino lode i cieli e la terra,
i mari e quanto brulica in essi. R.

Seconda Lettura

Il dono di grazia non è come la caduta.Dalla lettera di San Paolo apostolo ai Romani
Rm 5,12-15

Fratelli, come a causa di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo e, con il peccato, la morte, così in tutti gli uomini si è propagata la morte, poiché tutti hanno peccato.
Fino alla Legge infatti c’era il peccato nel mondo e, anche se il peccato non può essere imputato quando manca la Legge, la morte regnò da Adamo fino a Mosè anche su quelli che non avevano peccato a somiglianza della trasgressione di Adamo, il quale è figura di colui che doveva venire.
Ma il dono di grazia non è come la caduta: se infatti per la caduta di uno solo tutti morirono, molto di più la grazia di Dio, e il dono concesso in grazia del solo uomo Gesù Cristo, si sono riversati in abbondanza su tutti.

Parola di Dio.

Acclamazione al Vangelo: alleluia irlandese

Vangelo

Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo.

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 10,26-33

In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli:
«Non abbiate paura degli uomini, poiché nulla vi è di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto. Quello che io vi dico nelle tenebre voi ditelo nella luce, e quello che ascoltate all’orecchio voi annunciatelo dalle terrazze.
E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geenna e l’anima e il corpo.
Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il volere del Padre vostro. Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. Non abbiate dunque paura: voi valete più di molti passeri!
Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli».

Parola del Signore.

Preghiera dei fedeli

  1. Per la Chiesa, chiamata ad annunciare la Bella Notizia. Donale coraggio, forza, perseveranza nel proclamare sempre e comunque la parola di verità, della misericordia e del perdono, preghiamo
  2. Signore, essere cristiani sul serio, costa. Tu che ci conosci nel profondo, resta accanto a noi nella fatica della testimonianza, perché solo se amati, saremo in grado di vivere il Vangelo, preghiamo
  3. Signore, aiutaci a “proclamare” la nostra fede con il nostro comportamento, non solo in chiesa, ma nei luoghi di lavoro, nella scuola, nei bar, nelle piazze, fra gli amici, senza paura e senza timori, preghiamo
  4. Liberaci, Signore, dallo scoraggiamento: fa’ che seminiamo la tua Parola nonostante le chiusure e l’indifferenza, donaci la Pazienza che viene dallo Spirito e aprici alla Speranza, preghiamo
  5. Signore tu hai detto che chi ti riconoscerà davanti agli uomini, tu lo riconoscerai davanti al Padre tuo: insegnaci allora a non temere, a non avere paura di testimoniare che tu sei l’Amico più fedele, che siamo preziosi ai tuoi occhi, che ci ami ogni giorno e che ci accoglierai…preghiamo
  6. Per tutti i bambini, ragazzi, giovani che non hanno potuto frequentare la Catechesi, né ricevere i Sacramenti; perché con l’aiuto dei loro genitori, abbiano forte il desiderio di Gesù che li ama e vuole essere compagno di viaggio, preghiamo

Signore Gesù, il Tuo invito a “dire alla luce” e a “predicare sui tetti” ciò che la Tua Parola ci dice nel segreto delle nostre coscienze, ci renda testimoni coerenti e coraggiosi della “Buona Notizia” che Tu vuoi far giungere a tutti gli uomini e alle donne del nostro tempo. Tu vivi e regni nei secoli dei secoli.

3. Canto di offertorio: Cosa offrirti (RnS)

Cosa offrirti o Dio
Cosa posso darti
Eccomi son qui davanti a te
Le gioie ed i dolori
Gli affanni di ogni giorno
Tutto voglio vivere in te

Accetta mio Re
Questo poco che ho
Offro a te la mia vita
Gioia è per me far la tua volontà
Il mio unico bene sei solo tu
Solo tu

Vengo a te mio Dio
Apro le mie braccia
Che la tua letizia riempirà
Rinnova questo cuore
Perché ti sappia amare
E nella tua pace io vivrò

Accetta mio Re
Questo poco che ho
Offro a te la mia vita
Gioia è per me far la tua volontà
Il mio unico bene sei solo tu
Solo tu

Gioia è per me far la tua volontà
Il mio unico bene sei solo tu
Accetta mio Re
Questo poco che ho
Offro a te la mia vita
Gioia è per me far la tua volontà
Il mio unico bene sei solo tu
Solo tu

4. Santo Gen Rosso – Gen Verde

5. Canto di comunione: Non Temere

Non temere, Maria,
perché hai trovato grazia
presso il tuo Signore,
che si dona a te.

RIT.  APRI IL CUORE, NON TEMERE, EGLI SARÀ CON TE

Non temere, Abramo,
la tua debolezza:
padre di un nuovo popolo
nella fede sarai. RIT.

Non temere, Mosè,
se tu non sai parlare,
perché la voce del Signore
parlerà per te. RIT.

Non temere, Giuseppe,
di prendere Maria,
perché in lei Dio compirà
il mistero d’Amore. RIT.

Pietro, no, non temere,
se il Signore ha scelto
la tua fede povera,
per convincere il mondo. RIT

6. Preghiera di ringraziamento

La Bella Notizia non è un segreto
da conservare né una dottrina da far conoscere solo a pochi eletti.
Tu vuoi, Gesù, che la tua parola di consolazione e di speranza
raggiunga ogni uomo e ogni donna.

E, dunque, ci metti in guardia da uno degli ostacoli
più consistenti che incontriamo sul nostro cammino:
la paura, paura degli uomini,
del loro giudizio e delle loro reazioni,
del loro rifiuto e delle loro beffe,
dei loro insulti e del loro disprezzo.

Hai visto giusto, Signore,
perché è proprio questa paura
che talvolta mi paralizza, mi blocca,
mi impedisce di fare e di dire
quello che ritengo conforme al tuo Vangelo.
E’ questa paura che mi prende
e mi suggerisce mille scappatoie,
mille compromessi,
pur di evitare la persecuzione,
pur di non dover affrontare la critica dietro le spalle,
la valutazione negativa,
l’accusa di essere un po’ fanatico o comunque eccessivo.
Signore liberami da questa paura!
Fammi, o Signore, testimone del tuo amore! Amen

7. Finale: J. S. Bach – Concerto per organo in la minore BWV 593 (organista: Roberto Mucci)