Comunità Italiana Freiburg |

Messa in diretta streaming

Messa in streaming domenicale

Messa XIV Tempo ordinario A (05.07.2020)

Canto di Ingresso: Vieni dal libano (Coro AltreNote, Roma)

Vieni dal Libano, mia sposa,
vieni dal Libano, vieni!
Avrai per corona le vette dei monti
le alte cime dell’Ermon.
Tu m’hai ferito, ferito il cuore
o sorella, mia sposa,
vieni dal Libano, vieni!

RIT. CERCAI L’AMORE DELL’ANIMA MIA
LO CERCAI SENZA TROVARLO.
TROVAI L’AMORE DELL’ANIMA MIA
L’HO ABBRACCIATO, NON LO LASCERO’ MAI!

Io appartengo al mio diletto
ed egli è tutto per me.
Vieni usciamo alla campagna,
dimoriamo nei villaggi.
Andremo all’alba nelle vigne,
vi raccoglieremo i frutti.
Io appartegno al mio diletto
ed egli è tutto per me. RIT.

Alzati in fretta mia diletta,
vieni colomba, vieni.
L’estate ormai è già passata,
il tempo dell’uva è venuto.
I fiori se ne vanno dalla terra,
il grande sole è cessato.
Alzati in fretta mia diletta,
vieni colomba, vieni. RIT.

Come sigillo sul tuo cuore,
come sigillo sul braccio
che l’amore è forte come la morte
e l’acqua non lo spegnerà.
Dare per esso tutti i beni della casa
sarebbe disprezzarlo.
Come sigillo sul tuo cuore,
come sigillo sul braccio. RIT.

Dal libro del profeta Zaccarìa – Zc 9,9-10

Così dice il Signore: «Esulta grandemente, figlia di Sion, giubila, figlia di Gerusalemme! Ecco, a te viene il tuo re. Egli è giusto e vittorioso, umile, cavalca un asino, un puledro figlio d’asina. Farà sparire il carro da guerra da Èfraim e il cavallo da Gerusalemme, l’arco di guerra sarà spezzato, annuncerà la pace alle nazioni, il suo dominio sarà da mare a mare e dal Fiume fino ai confini della terra». Parola di Dio

Salmo Responsoriale – Dal Sal 144 (145)

R. Benedirò il tuo nome per sempre, Signore.
O Dio, mio re, voglio esaltarti
e benedire il tuo nome in eterno e per sempre.
Ti voglio benedire ogni giorno,
lodare il tuo nome in eterno e per sempre. R.

Misericordioso e pietoso è il Signore,
lento all’ira e grande nell’amore.
Buono è il Signore verso tutti,
la sua tenerezza si espande su tutte le creature. R.

Ti lodino, Signore, tutte le tue opere
e ti benedicano i tuoi fedeli.
Dicano la gloria del tuo regno
e parlino della tua potenza. R.

Fedele è il Signore in tutte le sue parole
e buono in tutte le sue opere.
Il Signore sostiene quelli che vacillano
e rialza chiunque è caduto. R.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani – Rm 8,9.11-13

Fratelli, voi non siete sotto il dominio della carne, ma dello Spirito, dal momento che lo Spirito di Dio abita in voi. Se qualcuno non ha lo Spirito di Cristo, non gli appartiene. E se lo Spirito di Dio, che ha risuscitato Gesù dai morti, abita in voi, colui che ha risuscitato Cristo dai morti darà la vita anche ai vostri corpi mortali per mezzo del suo Spirito che abita in voi. Così dunque, fratelli, noi siamo debitori non verso la carne, per vivere secondo i desideri carnali, perché, se vivete secondo la carne, morirete. Se, invece, mediante lo Spirito fate morire le opere del corpo, vivrete. Parola di Dio

alleluia

Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra,
perché ai piccoli hai rivelato i misteri del Regno. (Cfr. Mt 11,25)
Alleluia.

Dal Vangelo secondo Matteo Mt 11,25-30

In quel tempo Gesù disse: «Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo. Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero». Parola del Signore

Ricordo del matrimonio e benedizione anelli di Francesca e Giuseppe

PREGHIERE DEI FEDELI

1. Signore Dio, re di giustizia e di pace, illumina i responsabili delle Nazioni, affinché si impegnino ad operare con disinteresse per il bene dell’umanità, noi ti preghiamo

2. Per coloro che sono stanchi e oppressi, per tutti coloro che sono sfiduciati e soffrono, perché anche attraverso la preghiera e la testimonianza cristiana, scoprano come Dio è sempre fedele alle sue promesse, noi ti preghiamo

3. Per la nostra comunità, perché sappia rinnovare ogni giorno il suo impegno nel segno della carità, riconoscendo in ogni uomo il Cristo che chiede di essere accolto e servito, preghiamo

4. Maria Antonietta: Signore, domani 6 luglio saranno due anni che hai chiamato a te il mio papà, Domenico. Era un uomo di poche parole, che con i suoi gesti e il suo amore per la famiglia esprimeva più di mille parole. Ti prego fa’ che ora riposi libero dai dolori strazianti dei suoi ultimi giorni, scaldato e protetto dalla tua luce. Consola mia madre, le mie sorelle, i suoi nipotini e tutti coloro che ogni giorno ne sentono la mancanza e aiutaci a farlo vivere attraverso i nostri ricordi. Per questo ti prego

5. Signore, ti ringraziamo per il dono della vita che hai concesso ad Alferio, papà di Marisella da Alessandria. Papà buono, mite, gentile, delicato che la scorsa settimana ha terminato il suo pellegrinaggio terreno. Tra le tue braccia troverà ristoro, pace e la gioia infinita di vivere una vita nuova e per questo preghiamo.

Offertorio: Danos un corazón

Santo (coro Freiburg)

Canto di comunione: Venite a me

Io sono il pane della vita
chi viene a me non sentirà più fame
chi crede in me non sentirà più sete.

Venite a me voi tutti, voi umili ed oppressi,
venite ed io vi ristorerò (2x)

Il pane che darò è la mia carne
offerta perché abbiate in voi la vita:
rendete grazie alla bontà di Dio.

Prendete e mangiate il mio corpo
perché possiate rimanere in me:
sarete un corpo solo uniti a me.

Signore, dacci ancora del tuo pane
perché restiamo sempre uniti a te:
la tua presenza ci trasformerà.

Ringraziamento alla comunione

Signore,
io so che posso deporre in te,
il mio carico pesante:
la fatica che talora mi assale,
le ferite segrete, i fallimenti
e anche i peccati e le infedeltà
che sono lì a testimoniare
la mia debolezza.

Tu non mi aspetti
per puntare pronto l’indice
sulle mie colpe e non mi sottometti
ad un giudizio implacabile.
Proprio per questo
sei venuto in mezzo a noi:
per liberare e consolare,
per guarire e ristorare,
per rigenerare i cuori
con la tua dolcezza e misericordia.

Ecco perché so di poter contare sempre su di te,
sulla tua accoglienza,
sulla tua bontà,
sulla tua condivisione.
Tu accetti di portare con me
i pesi della vita,
e sciogli le catene
che mi tengono prigioniero
perché possa camminare leggero
per la tua via, accanto a te.
Amen

Canto Finale: Ti esalto Dio mio Re

Ti esalto Dio mio re,
canterò in eterno a Te.
Io voglio lodarti, Signor,
e benedirti, Alleluia.

Il Signore è degno di ogni lode,
non si può misurar la sua grandezza.
Ogni vivente proclami la sua gloria,
la sua opera è giustizia e verità.

Ti esalto Dio mio re…

Il Signore è paziente e pietoso,
lento all’ira e ricco di grazia;
tenerezza ha per ogni creatura,
il Signore è buono verso tutti.

Ti esalto Dio mio re…
Il Signore sostiene chi vacilla,
e rialza chiunque è caduto.
Gli occhi di tutti ricercano il suo volto,
la sua mano provvede loro il cibo.

Ti esalto Dio mio re…

Il Signore protegge chi lo teme
ma disperde i superbi di cuore;
Egli ascolta il grido del suo servo,
ogni lingua benedica il suo nome.