Comunità Italiana Freiburg |

Standpunkt

Natale oggi

E se Gesù entrasse in un centro commerciale?

Freiburg. Natale 2018, preparativi in corso. Fa molto freddo. E’ sera e si avvicina l’ora della chiusura. Tante persone e si apprestano ad entrare al Karstadt e affollano fino a quest’ora il centro commerciale. Anche Gesù entra e pensa: “Ho freddo. Ho bisogno di qualcosa di caldo per coprirmi”. Entrando vede molta gente, alberi di Natale, luci e una insolita aria di festa.

Poi osa chiedere al commesso: “Posso prendere una giacca?” . Il commesso lo guarda dall’alto in basso: “Sei povero?”. “No”. “Sei straniero?”. “Lo sono stato”. “Dalla Siria?” “No, dalla Galilea”. “Va beh’ ok! Sali al secondo piano e trovi abbigliamento uomo. Ma ricordati! Devi poi pagare!!”

Gesù prende le scale mobili e nota con meraviglie che le persona portano pacchi e pacchetti colorati. Chiede ad un anziana signora davanti a se: “Scusi. Che succede? Perchè tutti questi pacchetti”. “È Natale! – risponde l’anziana signora – . Tutti comprano regali per la festa di Natale. “Ah! Che bello!” risponde con ammirazione Gesù. “Ma cosa è il Natale?” E pazientemente l’anziana signora spiega: “Vede, in origine si festeggiava la nascita di Gesù”. “Anche lei festeggia?” chiede Gesù. “Io non sono cristiana. Ma tutti festeggiano Natale. E quindi anche io” “E tutti ricevono regali?” “Si”. “Che bello” risponde ammirato e incuriosito Gesù.

Le scale mobili portano Gesù al piano di abbigliamento maschile. Gesù compra un Parka scontato a 79 €. “Se vuole – consiglia la commessa – può anche acquistare dei calzini e un paio di scarpe a buon prezzo, ma deve scendere al piano terra”. “Grazie. Lei è molto gentile. Dio la benedica” La ragazza tra lo sorpreso e lo sbigottivo, stenta a trattenere una risata.

Davanti ai bagni vi è una lunga fila. Gesù si mette in fila e nota la donna delle pulizie molto stanca. Colto da compassione  dice alla donna: “La vedo molto stanca”. “Stanca? – ribatte la donna –Sono esausta. Ma ho finito”. “Ma perché lavora fino a quest’ora?” chiede Gesù. “Bella domanda! Ho bisogno di soldi ovvio. Devo pagare affitto, acqua, elettricità, spesa. Da due anni mio figlio è malato. Sapete che cosa vuol dire? E quanto mi costa?” “E il padre?”. “Il padre non c’è. Ma ora per favore si sbrighi ad usare i bagni, che devo chiudere e andare”. “Grazie” risponde Gesù e con le mani cerca di accarezzare la testa della donna. Ma lei, con un brusco atteggiamento indietreggia dall’uomo. “Va’ a casa tua. Non preoccuparti. Tuo figlio tornerà di nuovo sano”.

(liberamente tratto da Andreas Hüser, “Jesus im Konsumtempel” in Wenn Jesus heute zu uns käme, Kirchenbote, 23-12-2018)